Sessantennale Giostra della Tradizione Quintana di Ascoli agosto 2014

giovedì 23 ottobre 2014

Quintana di Ascoli: azzerate e riassegnate le cariche a Porta Maggiore






Il comitato di Porta Maggiore risorge dalle proprie ceneri. Martedì sera, si è svolta la riunione del direttivo neroverde, aperta agli iscritti all’albo e molto partecipata, nel corso della quale, tutti i componenti del direttivo, incluso il caposestiere Antonio De Angelis, hanno rimesso le proprie deleghe. Un azzeramento delle cariche in piena regola. Il comitato ha poi rivotato, rinnovando all’unanimità, tutti gli incarichi. L’eccezione riguarda il responsabile degli sbandieratori. Giorgio De Angelis si è dimesso e non è stato ancora sostituito. L’argomento sarà oggetto di discussione durante la prossima riunione. 

Luca Nepi è il vice caposestiere, Fabio Amatucci il tesoriere, Gianluca Viccelli il segretario, Gianquinto Tulli il responsabile degli eventi, Sergio Pompili il responsabile della sfilata, Mauro Morganti il responsabile di sede e taverna, Giorgio De Angelis il responsabile della gadgettistica, Claudio Cicconi il responsabile della scuderia, Fabio Amatucci il responsabile dei tamburini, Davide Liberati il responsabile delle chiarine, David Paolini il delegato il delegato ai rapporti con la Fisb, Pierpaolo Silvestri il responsabile della scuola tamburini e Valerio Martini il responsabile della scuola chiarine (da definire il responsabile degli sbandieratori).



dal Corriere Adriatico, a cura di Pierfrancesco Simoni






lunedì 20 ottobre 2014

Quintana di Ascoli: l'Ente approva la delibera per la riorganizzazione






dal sito vivereascoli.it:

Si riporta integralmente il testo della delibera approvata lunedì 20 ottobre dall'Ente Quintana.

Premesso che:

la CCIAA di Ascoli Piceno, la Provincia di Ascoli Piceno e la Regione Marche partecipano alla realizzazione della manifestazione quintana attraverso continuative contribuzioni esterne (in favore dell’Ente Quintana e del Comune di Ascoli Piceno); sin dall’origine, anche per espressa previsione statutaria il Comune di Ascoli Piceno si è fatto carico della gestione dell’organismo denominato “Ente Quintana”;

a tutt’oggi l’Ente Quintana non è confluito in alcuna delle forme associative previste dal TUEL (artt. 30 al 35 D.l.g.s. 267/00);

la gestione della manifestazione non è mai stata adeguata ai cogenti principi definiti dall’art. 4 del D.l.g.s. 165/01 (Testo Unico Pubblico Impiego) che prevedono la divisione tra poteri di rappresentanza politica (funzioni di indirizzo politico-amministrativo) e poteri di gestione che, devono essere affidati esclusivamente alla dirigenza della PA (atti amministrativi quali, ad esempio, obbligazioni a contrarre e gestione finanziaria della PA);

in base alle direttive europee di settore e in relazione all’art. 3 del d.l.g.s. 2006 n. 163 l’ente quintana può essere qualificato come organismo di diritto pubblico in quanto soddisfa specificatamente esigenze di interesse generale (l’organo di amministrazione è prevalentemente costituito da membri dai rappresentanti degli enti pubblici che partecipano alla contribuzione dell’Ente), il suo finanziamento è di carattere pubblicistico ed è dotato di personalità giuridica (pur non essendo una “persona giuridica”);

in Italia molti Comuni in virtù delle specifiche esigenze di carattere pubblicistico, organizzano e gestiscono direttamente le rievocazioni storiche in funzione dell’interesse locale legato alla valorizzazione dei rispettivi territori;

i più recenti orientamenti di finanza pubblica in materia di contenimento della spesa sollecitano la internalizzazione di funzioni affidate a soggetti terzi;

contrazione del numero degli organismi partecipati dagli EE.LL





SI STABILISCE QUANTO SEGUE

in considerazione della rilevanza dell'impegno della città Ascoli Piceno nella rievocazione storica nella manifestazione quintana, l’amministrazione comunale curerà la gestione dell’organizzazione, delle funzioni amministrative/contabili, del patrimonio e del personale oggi dell’Ente Quintana con uno specifico servizio comunale; per gli effetti ogni funzione non sarà più svolta con l’attuale schema organizzativo;

verrà costituito un organismo deputato a governare, sotto il profilo tecnico, disciplinare, sportivo e storico, la giostra e la rievocazione storica;

detto comitato, articolato per ambiti, dovrà ricomprendere anche le figure legate alla manifestazione, quali, a solo titolo esemplificativo: rettore, provveditore di campo, camerlengo, costumista, rappresentati dei sestieri etc.;

la gestione immobiliare delle sedi dei sestieri, già di proprietà del Comune di Ascoli Piceno, sarà disciplinata dall’amministrazione con specifiche disposizioni volte all’ottimizzazione delle risorse e alla semplificazione delle procedure di assegnazione;

il patrimonio mobiliare dell’ente quintana (rappresentato prevalentemente da abiti storici, loro accessori e attrezzature varie – come da inventario dell’ente quintana) sarà devoluto al Comune di Ascoli Piceno con obbligo di destinazione d’uso;

di incaricare il Segretario dell’Ente Quintana, Segretario Generale del Comune di Ascoli Piceno, di predisporre, per la prossima riunione del C.d.A. la proposta di rendiconto di gestione esercizio 2014 da approvare entro e non oltre il 15 dicembre 2014 al fine di valutare la situazione finanziaria e patrimoniale e definire il passaggio di consegne e relative obbligazioni dall’Ente Quintana al Comune di Ascoli Piceno;

di elaborare una proposta di deliberazione per la gestione diretta della manifestazione quintana (statuto e regolamenti) da sottoporre all'approvazione della GC e del CC;

di nominare a tal fine il seguente gruppo di lavoro: Sabrina Tosti, Angelo Ruggiero, Piera Alleva, Pierluigi Raimondi e Maurizio Celani. Dando mandato al gruppo di lavoro di predisporre, previo coinvolgimento delle rappresentanze dei sestieri e del gruppo comunale nelle forme che saranno stabilite, le bozze di regolamento della giostra della quintana, dello statuto e dei sestieri;

di prevedere specifici incontri con i sestieri e gli altri rappresentanti della manifestazione quintana (gruppo comunale, sestieri) per le opportune consultazioni;

di convocare per il giorno 15 dicembre 2014 l’ultimo C.d.A. per approvazione del rendiconto 2014 e per la definizione delle procedure collegate alla cessazione delle attività con rilevanza fiscale e conseguente passaggio al Comune di Ascoli Piceno;

Avvio dell’attività di gestione da parte del Comune di Ascoli Piceno a far data dal 01/01/15.












Arezzo: entusiasmo alla cena della vittoria a Porta Santo Spirito






“Entusiasmo” è la parola con cui passa alla storia la conquista della XXXI lancia d’Oro del Quartiere di Porta Santo Spirito che ieri (sabato 18) ha visto il momento culmine dei festeggiamenti con la Cena della Vittoria che ha raccolto il popolo della colombina al Centro Affari e Convegni location scelta dal direttivo per tale occasione. Oltre 800 i commensali che hanno preso parte alla conviviale, a cui si sono uniti anche le personalità del mondo della Giostra e della politica aretina, che hanno festeggiato per tutta la notte i protagonisti dell’entusiasmante successo ottenuto nella Giostra del Saracino dello scorso 7 settembre.

La serata è iniziata con la “passarella”, tra gli applausi scroscianti dei presenti, del Rettore Ezio Gori seguito dai cavalieri di riserva Andrea Bennati e Thomas Tanganelli dai titolari Elia Cicerchia e Gianmaria Scortecci e, a chiudere, il “condottiero” ovvero il capitano Marco Geppetti con la magnifica lancia d’Oro dedicata al 200.mo dell’Arma dei Carabinieri. E’ seguita poi la proiezione di un video celebrativo del trionfo e, durante la serata, le premiazioni del direttivo ai giostratori Elia e Gianmaria, a cui sono state consegnate le oramai tradizionali copie in miniatura della lancia d’Oro, di Andrea e Thomas e dei “preparatori” Martino Gianni e Maurizio Orlandi oltre al fisioterapista Paolo Mencaroni.



Un premio ai cavalieri, compreso Giacomo Burroni, anche da parte del Gruppo Giovanile. In un crescendo di entusiasmo la serata è poi proseguita con la lotteria, l’asta delle lance e dei quadri con i ferri utilizzati dai cavalli Baby Doll e Palmasol e con la consegna a tutti i commensali, dell’edizione straordinaria del Bastione, il periodico del Quartiere, che quest’anno celebra il 25.mo anno di vita. Simpatici poi alcuni interventi da “fuori programma”: la consegna di una bandiera del cappotto del 1934, il saluto di “Nando” Roggi uno dei più anziani tesserati del quartiere, e l’inaspettata, almeno per la fidanzata, richiesta di matrimonio di un quartierista con, ovviamente, la risposta positiva!. Dopo il taglio della torta il festante popolo della colombina si è poi concesso alla musica del dj set memorabilia.





COMUNICATO STAMPA QUARTIERE PORTA SANTO SPIRITO











Palio della Cuccagna: Vince la squadra del "Mucchio"



(per le foto si ringrazia gentilmente Roberto Parnetti)


Si è svolta, presso il maneggio La Casina di Tegoleto, la 6^ edizione del Palio della Cuccagna appuntamento in programma la seconda domenica di ottobre che vede cavalieri ed amazzoni cimentarsi su due prove agli anelli (su percorso ovoidale) ed al buratto con le stesse regole e modalità della Giostra del Saracino. Per questa edizione sono stati 24 gli iscritti (provenienti oltre che da Arezzo anche da Foligno, Faenza, Pistoia, Amelia e Reggio Emilia) abbinati a sei località: Badia al Pino (con Piergiovanni Capacci, Christian Salvi, Francesco Bidini e Chiara Cavarra), Mucchio (con Marco Cherici, Lorenzo De Simone, Marco Remoli e Erika Cherici), Oliveto (con Filippo Fardelli, Valerio Marzoli, Adriano Martini e Niccolò Paffetti), Pieve al Toppo (con Maurizio Frulio, Davide Parsi, Andrea Remilli e Benedetta Bracciali), Spoiano (con Luca Veneri, Lorenzo Zoppi, Roberto Gabelli e Serena Cecconi) e Tegoleto (con Marcello Bellini, Alberto Liverani, Alessandro Culatore e Niccolò Parnetti).



A dirigere la “tenzone” il Maestro di Campo Roberto Parnetti e, da segnalare, l’esordio di due amazzoni: Benedetta Bracciali e Serena Cecconi. La manifestazione, a cui hanno presenziato Alberto Bellini (Responsabile Formazione della FISE), Elena Ciapetti (Presidente dell’Ass.ne Palio delle Contrade di Bagno a Ripoli), Camilla Ulivi (Vice Presidente del Palio delle Contrade) e Claudia Sciarma (Federazione Italiana Giochi Storici) ha visto inoltre una dimostrazione per giovanissimi che ha visto 12 bambini e bambine: Aurora de Crescenzo, Giovanni Cherici, Sofia Cantelli, Claudia Corallo, Eleonora Grazzini, Tommasino Scatizzi, Niccolò Cantelli, Niccolò Nassi, Chiara Nappini, Caterina Dottarelli, Luca Cruciani e Daniela Grillo.



Questi i risulti finali: Squadra vincitrice: Mucchio con Marco Cherici, Lorenzo De Simone, Marco Remoli e Erika Cherici. Miglior cavaliere del torneo: Marco Cherici Miglior cavaliere della prova alla Quintana: Lorenzo Zoppi Miglior cavaliere della prova al Buratto: Maurizio Frulio Miglior amazzone: Serena Cecconi Miglior under 18: ex equo Niccolò Paffetti e Niccolo Parnetti Premio speciale ( solo per la prova al buratto) della padella: Lorenzo Zoppi.






















martedì 14 ottobre 2014

San Gemini: Dominio Rocca alla "Giostra dell'Arme"



(Foto Paolo Ciucci)

Un dominio assoluto del rione “Rocca”, la 41° edizione del palio della “Giosta Dell’Arme” di San Gemini è andata ai rossoblu per 365 a 303 Come ogni anno si è rinnovato il tradizionale appuntamento col corteo storico di “Piazza” e “Rocca” che sono entrati nel campo della giostra intorno alle 14.00. A seguire la “Compagnia Dell’Ariete” e gli sbandieratori di San Gemini che hanno scaldato la folla per la tanto attesa giostra. 3 tornate, 3 cavalieri per rione si sfidano in ogni tornata, infilando un anello col giavellotto per poi scagliare l’arma sullo scudo del rione avversario. A difendere i colori della “Rocca” sono stati Diego Cipiccia (premiato poi come fantino più veloce), Simone Liti e Fabrizio Fani, mentre per i biancoverdi di “Piazza” hanno corso Cristiano Liti, Iacopo Rossi (miglior fantino per punti) e Federico Scatolini. Sempre più veloci e precisi i cavalieri rossoblu che hanno avuto un rendimento costante per tutta la gara, senza sbavature, quelle che invece sono costate a “Piazza” la sconfitta.



Prima tornata: “Rocca” mette subito le cose in chiaro e comincia a costruire la vittoria fin dalle prime uscite. Liti, Fani e Cipiccia realizzano rispettivamente 48, 43 e 37 per un totale di 128. “Piazza” non riesce a tenere testa e Liti, Rossi e Scatolini realizzano 32, 43, 19, per un totale di 93.



Seconda tornata: “Piazza” è sotto pressione e l’ansia gioca un brutto scherzo a C.Liti che realizza appena 22 punti. L’altro Liti, quello rossoblu, piazza invece un buon 46 e le distanze si allungano ancora. Il momento è decisivo e Rossi decide di pescare il jolly con un giro di campo perfetto e centro dello scudo. Totalizza il massimo di punti per aver preso l’anello e per aver fatto ‘centro’ per un totale di 66. Fani ha nelle mani un giavellotto che pesa, ma non si lascia intimorire e piazza un 48 che serve a tenere a distanza la rimonta biancoverde. Scatolini riaccende ancora le speranze di “Piazza” con un bel 57, ma l’esperto Cipiccia, senza rischiare, risponde con 30 punti che tengono ancora a debita distanza gli avversari, chiudendo il parziale 151 a 118.



Terza tornata: è una formalità l’ultimo giro di campo dei 6 cavalieri, sopratutto dopo il 6 realizzato d a C. Liti. Liti e Fani non rischiano e realizzano 28 e 26 punti. In mezzo ancora l’ottima corsa di Rossi che mette a segno un ottimo 57. ma ormai la gara è segnata. Scatolini saluta il pubblico con un 29, mentre Cipiccia col suo 32 mette il bottino in cassaforte per il trionfo rossoblu.




dal sito "tuttoggi.info" (Foto Paolo Ciucci)












domenica 12 ottobre 2014

Massa: classifiche e punteggi della XXV° Giostra Cybea






a cura del settore Comunicazione e Stampa Giostra della Quintana - Massa:


I cavalli e i cavalieri, questi ultimi con grandissima professionalità, hanno corso una gara entusiasmante che ha coinvolto emotivamente il pubblico. L’ordine di gara è stato sorteggiato all’inizio è ha visto i seguenti risultati: I risultati finali della gara, dopo tre “Carriere” vedono il seguente risultato:

Primo classificato: Giovanni Arquint, detto “Sceicco” per i colori del Borgo della Montagna che percorre le tre carriere con un punteggio complessivo di 121,76;

Secondo classificato: Giacomo Poli Barberis detto “Tempesta” per i colori del Borgo dell’Arancio che percorre le tre carriere con un punteggio complessivo di 126,35;

Terzo classificato: Marco Nardini, detto “Saetta” per i colori del "Borgo del Mare" che percorre le tre carriere con un punteggio complessivo di 134,99;

Quarto classificato: Nicola Radicchi, detto “Fulmine” per i colori del "Borgo della Mimosa” che percorre le tre carriere con un punteggio complessivo di 139,27;

Quinto classificato: Pietro Cenci detto "Il Moro" per i colori del "Borgo Bagnara" Centro Storico che percorre le tre carriere con un punteggio complessivo di 188.53;

La Giostra è stata condotta, al Campo de li Giochi, in modo professionale dal Maestro di Campo l'aretino: Roberto Parnetti. Il punteggio è stato conteggiato rispettando il regolamento della Giostra della Quintana Cybea. I cinque cavalieri, il cui ordine di partenza è stato sorteggiato, hanno corso tre “carriere” (tre manches). La disputa è consistita nel tentare di infilare, tenendo in resta la propria lancia lignea, nel minor tempo possibile, il maggior numero di anelli (uno alla volta per un totale di 6 anelli: 3 + 3) all’interno dell’idonea pista ovoidale di metri 20×48.

Ha vinto il cavaliere che al termine delle tre “carriere”, sommando il tempo reale impiegato al tempo scaturito dalla mancata presa degli anelli, ha realizzato il tempo reale più basso. La classifica finale della giostra è scaturita dal computo del tempo reale impiegato dai cavalieri e dal numero di anelli “infilzati” o “mancati” sulla base del rapporto dimensione-tempo: 1 anello grande mancato 12’’, 1 anello medio mancato 09’’, 1 anello piccolo mancato 06’’. A lato della pista era collocata una postazione elettronica idonea al rilevamento elettronico del tempo di ciascuna manche per ciascun cavaliere (tale rilevazione è stata realizzata dalla Federazione Italiana Cronometristi, sezione di Carrara).










Quintana di Ascoli, a Porta Solestà torna la caratteristica "Quintacletta"





di Massimiliano Mariotti 


Diventato ormai un appuntamento davvero imperdibile per tutti i sestieranti gialloblù e per tutti gli abitanti del quartiere di Porta Solestà, torna la caratteristica "Quintacletta". Questa gara, che ricalca la giostra della Quintana di Ascoli , vedrà i rioni di Porta Cappuccina contendersi un vero e proprio palio. E la particolarità della competizione è dal fatto che i concorrenti correranno in sella alle proprie biciclette, percorrendo un tracciato a forma di otto simile a quello del campo dei giochi Squarcia. Gli assalti saranno effettuati impugnando una lancia e colpendo il tabellone. La Quintacletta si svolgerà il 18 e 19 ottobre all'interno del Sestiere di Porta Solestà in via De Berardinis. 



Il programma della due giorni giallo-blù prevede per sabato 18 le gare degli sbandieratori e musici con inizio alle ore 18. A seguire la serata continua nella Taverna del Sole con la cena propiziatoria alle ore 21 e la consegna della "Scimmia d’Oro". Il giorno successivo scatta l'ora della Quintacletta. Alle 14.30 l’ammassamento dei figuranti in piazza Mussini e inizio del corteo. Alle 16 spazio alla Giostra della Quintacletta. Conclusa la gara ci sarà la proclamazione del rione vincitore.











giovedì 9 ottobre 2014

Ente: cambia il vento



Eccoci qui, sotto questa improvvisa virata di costume e società all'interno del mondo della nostra amata Giostra. Ebbene, il Comune ha scelto la modalità senese di portare avanti la nostra manifestazione. Di cosa parliamo? A Siena, tutta la "baracca" è nelle mani di un assessore della Giunta Comunale in carica ed a un Consorzio per la Tutela del Palio. Come opera questo consorzio? Opera in termini di protezione del brand. Che cosa vuol dire? Vuol dire che il consorzio si occupa della protezione, della divulgazione e dei diritti di tutti i simboli, i vessilli e gli accessori che vanno a creare l'immagine sociale del Palio, all'interno della città, della nazione e nel mondo.

Economicamente, l'ente ha degli oneri economici, possiede inoltre il potere esecutivo per il rilascio di tutte le autorizzazioni ed eventuali "nulla osta". Dal punto di vista rappresentativo, il Consorzio è un luogo di tutela degli interessi di tutte le contrade. Tramite strumento democratico, vengono infatti eletti un Presidente, un Vice-Presidente, tre consiglieri, tre amministratori delegati su diverse aree di azione, e due segretari. Quindi stiamo dicendo che i rappresentanti delle contrade fanno parte di questo C.D.A. Si, e stiamo anche dicendo che potrebbe succedere che non tutte le contrade siano rappresentate attraverso questa modalità. Bene, questa è l'organizzazione senese.

Noi del Quintanaro Moderno vorremmo però spostare la riflessione sulla situazione ascolana, sottolineando due punti cardine: è importantissimo riflettere su come tutti i sestieri e i cittadini vengono rappresentati, perchè la Quintana è di tutti. Riguardo questo, è apprezzabile quello che il Comune ha detto riguardo le sostanziali differenze tra l'attuale Ente e le future rappresentanze, segno che il processo democratico è in divenire e in fase di elaborazione, presumiamo anche per quello che riguarda le rappresentanze dei Sestieri. L'altra questione riguarda i fondi: forse non è ancora chiaro sicuramente non lo è a causa del momento storico che viviamo. Da dove verranno e in che modo saranno gestiti? E' chiaro che non è possibile attualmente parlare di questi due temi in maniera chiara, a nessun livello: Amministrativo, Quintanaro e sociale. Però noi crediamo che sia importante
nel percorso che porta alla meta, che  quando sarà il tempo opportuno, sarà decisivo mettere queste due questioni cruciali sul piatto, trattandole con estrema chiarezza. Good Luck Quintana di Ascoli, Duc In Altum. In bocca al lupo a Comune, Sestieri ed Ente per questa nuova avventura.



Serafino D'Emidio







martedì 7 ottobre 2014

Quintana di Ascoli: grandi manovre per i cavalieri






Dal Messaggero,  cura di Andrea Ferretti:

La Quintana va avanti e lo fa in maniera spedita. L'Ente si appresta a cambiare abito, ma la sostanza resta la stessa. Domani, intanto, primo atto ufficiale con un mini vertice tra i più stretti collaboratori del sindaco Guido Castelli ("i miei bracci destri"): il segretario generale Angelo Ruggiero, la responsabile dell'ufficio attività istituzionali Piera Alleva, l'avvocato Sabrina Tosti dell'ufficio legale. Insieme a Ilaria Isopi dell'Ente Quintana cominceranno a gettare le basi del cronoprogramma che dovrà poi essere rispettato in tempi brevi anche per non arrivare a ingolfare l'organizzazione delle Quintane 2015. 

Doppia Giostra e manifestazioni collaterali (i due prologhi e le gare sbandieratori e arcieri) non subiranno variazioni sostanziali, forse neppure lievi visto che i nuovi regolamenti entreranno in vigore a inizio del 2016. Motivo quest'ultimo per cui va da sé che le elezioni per il rinnovo dei comitati di sestiere slittano a dicembre 2015. Segno della continuità sono sestieri e cavalieri giostranti. Proprio nei giorni in cui la decisione del sindaco Castelli ha mandato in fibrillazione il mondo quintanaro, ci sono state infatti svolte importanti per i cavalieri che dopo esserlo stati nel Sessantennale saranno protagonisti anche nel 2015. Agendo in maniera diametralmente opposta, si sono mossi Porta Tufilla e Porta Romana. 

A Tufilla il comitato di sestiere ha ufficializzato lo scioglimento dell'accordo che legava il cavaliere Massimo Gubbini con l'ex cavaliere Franco Melosso (vincitore di due Quintane nel 1997 e 1998 con Sant'Emidio) gestore del maneggio Piceno Horse. Gubbini si preparerà con le proprie forze dopo il doppio secondo posto alle spalle di Innocenzi (Solestà) che di fatto non ha avuto rivali. Porta Romana ha invece rinnovato il contratto, ma non a Emanuele Capriotti bensì alla scuderia "Atlanda" di proprietà dello stesso Capriotti sotto il quale stanno già crescendo nuovi potenziali cavalieri. Hanno un contratto e sono già confermati Luca Innocenzi di Solestà (obiettivo 2015 è raggiungere il "maestro" Margasini a quota 9 Giostre vinte), Guido Crotali (Porta Maggiore) e Jacopo Rossi (Sant'Emidio). La Piazzarola sta per rinnovarlo a Denny Coppari e Cristiano Liti. "Ma ne prenderemo anche un terzo" dice il caposestiere Pierluigi Messidori. 















domenica 5 ottobre 2014

Quintana di Ascoli: un palabandiera per potersi allenare tutto l'anno



La Quintana continua a cambiare. Dopo la rivoluzione dei giorni scorsi che hanno causato una autentica rivoluzione nel mondo quintanaro, con la trasformazione dell’attuale Ente Quintana in una costola dell’assessorato comunale allo sport, arriva l’annunciato bandierodromo, o palabandiera che dir si voglia. Aver individuato un capannone dismesso nella zona industriale dove poter far svolgere allenamenti e prove a sbandieratori e musici dei Sestieri (a questo punto anche al gruppo misto che ogni anno si esibisce al Campo dei Giochi prima delle due Giostre) è quello che annunceranno domani il sindaco Guido Castelli e l’assessore allo sport Massimiliano Brugni.

Lo faranno a mezzogiorno nella sede dell’Ente Quintana. Per i residenti nei pressi dei luoghi dove durante l’anno si allenano sbandieratori e musici (sedi di Sestiere, palestre, ecc.) il disagio causato da suoni e rumori fuori orario è destinato a finire.


Dal Messaggero:

La giunta comunale e il sindaco Castelli, che resta magnifico messere, non sarà più il presidente del consiglio d'amministrazione dell'Ente Quintana. Né del nuovo organismo di garanzia che dovrà essere individuato e formato nel più breve tempo possibile. Due i motivi: al vecchio Cda è rimasta solo questa delicata fase di passaggio, il primo cittadino (vale per tutti i rappresentanti di istituzioni o sestieri) non farà parte del nascituro organismo di garanzia. Le precisazioni di Castelli arrivano con la novità del “bandierodromo”. Prima la novità della trasformazione dell'Ente, ora questa primizia assoluta di un luogo da destinare esclusivamente agli sbandieratori per affrontare gli allenamenti durante tutto l'anno. 

"Sono la componente dinamica della Quintana. I motivi di questa scelta sono: il riconoscimento di un'eccellenza tecnica testimoniata dai recenti risultati a livello nazionale (Porta Solestà e Porta Romana campioni d'Italia 2013 e 2014), il fine sociale perché i ragazzi fanno sana attività, l'interazione col resto della città". L'ultima motivazione significa stop alle lamentele di residenti. "C'era questo bisogno, il resto lo fanno la doppia funzione sociale e sportiva". 

E' già pronto un "avviso esplorativo", predisposto dall'assessore allo sport Massimiliano Brugni sempre più vicino alla rievocazione: "La decisione è stata condivisa con i responsabili dei sestieri che già pagano affitti per usare strutture pubbliche e private. Ora aspettiamo le proposte di chi vorrà affittare un capannone nella zona industriale o artigianale. Sceglieremo anche in base all'affitto". 

Superficie coperta di 700 metri quadrati, altezza minima di 7 metri, area esterna di pertinenza illuminata e asfaltata, stanza per ricovero attrezzature, servizi igienici; adeguatezza, idoneità, sicurezza, impiantistica e urbanistica a norma. Questi i requisiti che dovrà avere il nuovo bandierodromo o palabandiera 

I sestieri parteciperanno all'affitto. Sull'addio all'Ente Quintana, Castelli puntualizza che "forse non si vuol capire che così la politica fa un passo indietro", e annuncia il primo atto del nuovo corso: "il summit di mercoledì tra segretario (Angelo Ruggiero), ufficio legale (Sabrina Tosti) e attività istituzionali (Piera Alleva) del Comune. I nuovi regolamenti nasceranno su proposte dei gruppi di lavoro, due dei quali sono già decisi: questioni contabili a revisori dei conti di Comune e ex Ente, cavalli e Giostra al professor Spadari di Bologna e Maurizio Celani".







Giochi:

Corse dei Cavalli - Stay the Distance

Le corse dei cavalli! Quanta adrenalina! e che divertimento! Siete pronti per scendere in pista? Allora scegliete il vostro cavallo in base alle sue caratteristiche e alle quotazioni, ricordando che un cavallo meno quotato sarà più difficile da condurre alla vittoria, ma avrà un bonus di punti molto più alto. A questo punto guidate il vostro destriero con le FRECCE direzionali, usate la SPACEBAR per saltare le siepi e il CTRL per il turbo (ne avrete 3 a disposizione). Tenete inoltre sempre d'occhio, in alto a destra, la curva verde della distanza e quella rossa dell'energia, che dovrete dosare e conservare attentamente!

Giochi by Flashgames.it

Avalon Siege

Allineate i cannoni e preparatevi ad una dura e lunga battaglia in questo gioco d'abilità e combattimento a turni. Conquistate tutti i regni nell'isola attaccando con il vostro cannone. Fate fuoco fino a distruggere tutti gli avamposti avversari per andare avanti nei livelli del gioco. Usate 6 tipi di munizioni per spazzare via tutti i regni per diventare il re assoluto! Si gioca con il MOUSE: muovetelo per scegliere l'angolo di tiro e fate fuoco con il click sinistro.

Giochi by Flashgames.it

Archerland

I vecchi turret defense si sono evoluti: in questo gioco infatti, non solo dovrete difendervi dagli attacchi nemici, ma dovrete anche pensare alla costruzione della vostra città, con tutte le infrastrutture che servono ad essa! Tenete lontani gli intrusi dal vostro castello ponendo catapulte, cannoni e arcieri lungo il percorso. Aggiungete vari edifici attorno alla vostra fortezza per produrre così risorse e rafforzare la vostra difesa. Si gioca con il MOUSE. Sulla destra avrete il bilancio delle vostre risorse, con gli elementi da posizionare sulla mappa. Cliccate su Next day per proseguire nell'avventura.

Giochi by Flashgames.it

Il Regno - Battle of Lemolad

Il Regno di Lemolad è molto conteso, ed anche voi ci avete messo gli occhi sopra. Per conquistarlo dovrete imbastire una campagna militare; dunque create il vostro esercito e date l'assalto alle terre circostanti. Usate le vostre abilità per costruire una città ed addestrare i vostri uomini con le risorse provenienti da essa, poi passate ad attaccare il nemico. Invadete i castelli nemici, aggiornate le vostre truppe con soldati, arcieri, cavalieri ed usate la magia con i vostri maghi. Ci sono 5 diversi tipi di risorse: cibo, legno, pietra, ferro e oro. La magica sfera verde è utile per attaccare i nemici. Con il MOUSE scambiate le posizioni delle risorse e fate combinazioni di tre o più elementi per assicurarvi la conquista di quelli necessari per la vittoria.

Giochi by Flashgames.it

La Briscola

Che ne dite di una partita a Briscola? Voi contro il computer, un mazzo di 40 carte suddiviso in 4 semi, e 120 punti disponibili per ogni partita: come nella realtà, il vincitore sarà chi riuscirà a totalizzarne almeno 61. Il valore delle carte è il seguente: la carta più alta è l'asso, seguita dal tre, il re, il cavallo e il fante... poi seguono il 7, 6, 5, 4, 2 (che però non danno punti). La carta di valore superiore prende quella inferiore, ad eccezione del seme della Briscola che vince su tutti gli altri. Quando si giocano due carte di seme diverso, di cui nessuna sia di briscola, vince sempre la prima carta giocata. Per giocare cliccate sulla carta da lanciare con il MOUSE, chi vince la mano tira per primo.

Giochi by Flashgames.it

Castle Crusade

Diventate i dominatori di Castle Crusade, un eccitante gioco di strategia che vi vedrà alla guida di un regno che nasce nel bel mezzo di una foresta. Conquistate i diversi castelli rossi presenti nelle vostre terre ed espandete il controllo su un'area più vasta. Disboscate l'area per ottenere legna preziosa: vi tornerà utile per acquistare aggiornamenti per le vostri castelli, al fine di fortificare le difese, e per produrre nuove truppe da inviare all'attacco. Si gioca con il MOUSE.

Giochi by Flashgames.it

Da Vinci Cannon

Lenoardo da Vinci è stato il più grande genio inventore della storia, ma alcuni suoi progetti si sono persi con il tempo. Riscoprite un'incredibile arma medievale, il Cannone Da Vinci, in questo gioco ispirato a Crush The Castle. Selezionate la potenza del congegno, l'angolo di tiro e abbattete, a suon di cannonate, il castello nemico. Riceverete un riconoscimento (medaglia d'oro, argento o bronzo) in base al risultato conseguito. Si gioca con il MOUSE: quando siete pronti a far fuoco, cliccate su un punto qualsiasi dello schermo per sparare.

Giochi by Flashgames.it

1066 - Guerra Medievale

L'Inghilterra durante il Medioevo fu per anni territorio di scorrerie e devastazioni dei Vichinghi. Il 1066 è la data più famosa della storia inglese: ossia quando Normanni guidati da Guglielmo il Conquistatore sconfissero l'esercito vichingo-sassone che da secoli occupava l'Inghilterra. Rivivete le epiche vicende di Hastings: prendete controllo dell'esercito sassone, di quello vichingo o di quello normanno e lanciatevi nella battaglia che ha cambiato la storia inglese. Cosa sarebbe successo se voi foste stati al comando delle truppe? Il gioco vi butta al centro dell'azione dandovi pieno controllo per ogni freccia scagliata, carica di cavalleria e posizione di difesa assunta dal vostro esercito. Una visuale suggestiva e un'animazione drammatica vi fornirà un ritratto distintivo di una vera guerra medioevale. Usate il MOUSE per giocare.

Giochi by Flashgames.it

Guerre Medievali - Medieval Wars

La morte del Re ha aperto il conflitto tra le due fazioni avversarie per succedere al trono vacante. Schieratevi e scendete in guerra! Medieval Wars è un gioco strategico a turni, più complesso del Risiko ma più facile e intuitivo di Axis & Allies. Sul campo di gioco esagonale mettete alla prova le vostre abilità di tattici di guerra: per avere la meglio sull'avversario, occorrerà studiare per bene qualsiasi mossa. Si gioca con il MOUSE. Cliccate sugli esagoni per muovere il vostro esercito. In basso a sinistra viene indicato il numero di mosse che potete effettuare ad ogni turno. Quando affrontate un avversario in un combattimento, il lancio dei dadi stabilirà il vincitore dello scontro.

Giochi by Flashgames.it

Seasons of War

L'eterna lotta tra uomini e orchi è giunta all'epilogo finale. Preferite l'alleanza umana di Re Dionisus I, guidata dal Principe Alessandro VIII, oppure le malvage forze di Darklord condotte dal negromante Methus Kardec? Scegliete con chi schierarvi perché la lotta sarà durissima! Season of War è un RPG basato su Warcraft. Sviluppate rapidamente la vostra civiltà: da vincere ci sono ben 7 battaglie. Distruggete l'avversario fino ad arrivare a dominare il mondo e scrivere così glieventi della storia. I controlli sono molto semplici e basati click del MOUSE.

Giochi by Flashgames.it

King Of Hill

Difendete ad ogni costo il vostro castello dagli attacchi degli invasori, se volete restare i Re della Collina. Gli agguati arriveranno da ogni direzione e avrete bisogno di olio bollente e palle infuocate da lanciare con la catapulta se volete far indietreggiare il nemico. Avrete a disposizione 4 torrette con le catapulte (e dunque 4 vite) con cui dovrete attaccare il nemico, ma che dovrete stare attenti a preservare se non volete morire. Clikkate con il MOUSE sulla catapulta che volete usare per direzionare il tiro e, con il tasto del mouse premuto, indietreggiate per dosare la potenza del lancio... poi rilasciate per sparare. Per usare contemporaneamente tutte le cataplute cliccate sulla bandiera al centro del castello. Usate invece le FRECCE direzionali per lanciare l'olio bollente dalle mura del castello.

Giochi by Flashgames.it

L'Assedio - The Great Siege

Il Signore Oscuro ha inviato i suoi servi nella vostra città per uccidere anche gli ultimi superstiti. Siete tutti in pericolo, ma non potete restare a guardare le vostre case sprofondare nell'ombra di un altro abisso. E allora caricate i vostri cannoni, azionate la catapulta, e marciate attraverso le porte per scacciare l'assedio nemico, in questo splendido gioco di guerra. Per giocare con il Mouse: cliccate e trascinate la testa della Catapulta per regolare l'obiettivo, rilasciare il mouse per far fuoco. Per giocare con la Tastiera: utilizzare le FRECCE direzionali SU + GIU per regolare l'obiettivo della catapulta, e la SPACEBAR per sparare. Nel Market, è possibile convertire i punti bonus in diverse risorse. La maggior parte delle costruzioni e delle armi in questo gioco può essere aggiornata. Tasti di scelta rapida. City Mode: [M] Mercato [B] Costruire Battle Mode: [A] Pannello di costruzione dell'Esercito, [S] Invia Esercito, [D] Pannello di Comando Esercito.

Giochi by Flashgames.it

Troy

LA città di Troia è sotto attacco. Le mura sono invase dagli Achei: a voi il compito di combattere e respingere gli invasori in questo gioco di difesa. Posizionate le truppe difensive, selezionate le unità terrestri e gli arcieri da utilizzare in battaglia e preparatevi a contrastare l'attacco nemico. Riuscirete a non far cadere la città di Troia? Riscrivete la storia e il vostro nome diventerà leggenda! Per giocare lanciate i dardi infiammati selezionando con le FRECCE direzionali l'angolo di tiro, e scoccate il tiro con la SPACEBAR.

Giochi by Flashgames.it

Epic War 3

Scendono in campo gli eroi con Epic War 3! Fazioni nemiche sono in guerra tra loro e a voi spetta il compito di ristabilire l'ordine, ovviamente sotto il vostro controllo. :-) Scegliete dunque l'eroe con cui scendere in campo e sconfiggete i vostri avversari in una dura battaglia per la conquista del territorio. Per farlo avrete bisogno di una strategia vincente: dovrete costruire e armare il ponte, scegliere un castello di confine per poter combattere, e potenziare ad ogni cambio turno le vostre carte per difendervi. Si gioca con il MOUSE. Durante la battaglia usate le FRECCE direzionali per scorrere la visuale. Le unità di combattimento verranno generate in automatico ma in qualunque momento potrete selezionarle per muoverle in un punto desiderato. Per usare le Carte Abilità basterà cliccarci sopra. Vi consigliamo comunque di leggere l'aiuto del gioco per istruzioni più dettagliate e scorciatoie da tastiera.

Giochi by Flashgames.it

Age of Kingdom

Provate le vostre abilità nell'imperdibile gioco di ruolo a turni Age of Kingdom! Ambientato nel medioevo, il gioco è diviso in due parti: nella fase building dovrete costruire il vostro impero producendo oro e soldati, mentre in quella battle, dovrete combattere contro nemici agguerriti per mantenerlo in vita. Ogni edificio produrrà risorse che servono allo sviluppo della vostra nazione, dalla popolazione civile al cibo, dall'oro ai materiali, dalla tecnologia alla costituzione di un esercito di soldati per proteggere il regno. Tutte le statistiche su queste risorse saranno visualizzabili in alto a sinistra. Si gioca con il MOUSE: scegliete dove far sorgere il vostro regno e trasformatelo al più presto in un florido impero, combattendo contro gli avversari.

Giochi by Flashgames.it

L'assalto - The Horde

Orde assassine stanno attaccando la vostra terra. Sanguinanti e quasi sconfitti, avete raggruppato le forze nell'unica regione che resta libera. E' tempo di combattere e e cercare di scacciare via dal vostro territorio questi nemici, che diventeranno sempre più forti e difficili da affrontare. Salvate dunque la vostra gente ed evitate che muoia o sia ridotta in schiavitù. Con il MOUSE posizionate le vostre torri di difesa lungo il sentiero ed evitate che i nemici arrivino al vostro cuore. Per ogni invasore ucciso avrete dei soldi che potrete spendere nell'acquisto di nuove postazioni più efficienti a contrastare le ondate sempre più insistenti.

Giochi by Flashgames.it